!DOCTYPE html>
Home » Problemi alle orecchie » Fruscio orecchio destro

Fruscio orecchio destro

da | Mar 2, 2018 | Problemi alle orecchie

Fruscio all’orecchio destro

Il fruscio all’orecchio destro, così come il fruscio all’orecchio sinistro, il fischio all’orecchio, il tintinnio, il suono ritmico è un disturbo causato da una malattia denominata acufene. Detta patologia colpisce circa il 15% delle persone; nella gran parte dei casi il disturbo viene ben tollerato, mentre sono stimati nel percentuale del 2% gli individui ai quali l’acufene crea problemi significativi.

Caratteristiche dell’acufene

A seconda del paziente l’acufene si manifesta con caratteristiche differenti: c’è chi perpepisce tintinnii, chi rumori sordi, chi flebili, chi sente fruscii, chi soffi, chi ronzii, pulsazioni, crepitii e via discorrendo.
Si tratta di una patologia non fa alcuna distinzione, dal momento che può colpire indistintamente qualsiasi fascia d’età.

Qualsiasi soggetto, dal più giovane al più anziano, può infatti risultare a rischio di acufene quando è esposto a rumori piuttosto forti.
L’acufene può essere costante oppure intermittente, può dar vita a un rumore unico o a più rumori e il suo volume può essere appena percettibile oppure molto alto.

Le cause del fischio all’orecchio

Una volta individuata la causa dell’acufene, questo può migliorare notevolmente con l’ausilio di un trattamento. In caso contrario, per ridurre l’intensità del disturbo risulta necessario agire sullo stile di vita o ricorrere alla psicoterapia, la quale è in grado di aiutare il soggetto colpito da acufene a convivere con la propria patologia.

Nei soggetti più anziani, tra le principali cause dell’acufene si annovera l’abbassamento dell’udito; ancora, sono causa della malattia sia l’esposizione a boati che le perturbazioni sonore e altri rumori particolarmente intensi, così come le infezioni a carico di orecchie e di seni paranasali, i problemi vascolari e i problemi cardiaci, le variazioni ormonali nel gentil sesso, i problemi della tiroide, la sindrome di Menière, i tumori cerebrali e, non ultimo per importanza, l’assunzione di alcuni medicinali.

Tuttavia, la causa precisa che scatena l’acufene è ancora sconosciuta; in alcuni casi, infatti, l’acufene può essere scatenato addiritura da una combinazione di cause differenti.

L’acufene soggettivo e l’acufene oggettivo

L’acufene soggettivo è un disturbo piuttosto comune e identifica tutti quei casi in cui il suono o il rumore viene percepito dal paziente ma non può essere ascoltato dal medico. Sono invece rari i casi di acufene oggettivo; nella fattispecie il suono ha origine nell’organismo e di conseguenza può altresì essere ascoltato da un osservatore esterno.

Acufene: come muoversi

Davanti a ronzii, fruscii o rumori di qualsiasi genere, il primo più importante passo da compiere è rivolgersi a un medico otorinolaringoiatra; lo specialista provvederà subito a verificare lo stato di salute dell’apparato uditivo, valutando se il disturbo è dato dagli effetti collaterali di medicinali o verificando che non ci sia presenza di cerume, di traumi, di malattie o altro ancora.

Per donare un po’ di sollievo a chi è colpito dai fastidiosi disturbi dell’acufene, oggi il mondo della tecnologia supporta il paziente con ausilii specifici, strumenti in grado di ridurre al massimo la percezione dell’acufene contribuendo a migliorarne notevolmente la qualità della vita.

Fruscio orecchio destro a Sassari per informazioni contattate i professionisti di Audion

Richiedi maggiori informazioni o un preventivo gratuito senza impegno

Chiama ora o compila il modulo per essere ricontattato!

Privacy Policy