!DOCTYPE html>

Fischio all’orecchio

da | Mar 2, 2018 | Problemi alle orecchie

Home » Problemi alle orecchie » Fischio all’orecchio

L’acufene, è un vero è proprio disturbo a livello uditivo che riguarda fischi,fruscii, sensazioni di ronzio o a volte anche vere e proprie pulsazioni che vengono percepite all’interno del nostro padiglione auricolare. Tali fastidi non sono associati a nessuna concreta stimolazione reale e oltre ad essere estremamente fastidiosi per chi li subisce, sono anche molto difficili da sconfiggere proprio per la difficoltà di comprenderne la natura.

Tale difficoltà deriva dal fatto che gli acufeni vengono percepiti come segnali simili a livello elettrico che si sviluppano autonomamente, senza cioè essere prodotti da stimolazioni esterne.

Per tali motivi possono originarsi da un punto qualsiasi dell’intero sistema uditivo, attraverso ad esempio i recettori dell’orecchio nella sua parte interna, dal nervo acustico, da strutture centrali uditive ancora dalla parte adibita all’udito della corteccia celebrale.
La maggior parte delle volte questi disturbi riguardano la parte periferica del sistema uditivo ma essendo percepiti direttamente dal sistema nervoso centrale ne viene alterata e amplificata la loro percezione.

Cause del fischio all’orecchio

Tra le innumerevoli e possibili cause degli acufeni possiamo trovare in primis le otiti siano esse di natura virale o batterica, sordità congenita, lesioni che hanno portato un trauma, stati di ipertensione o aterosclerosi, malattie infiammatorie, in minima parte anche determinate intolleranze alimentari o ancora una continua e frequente esposizione a rumori forti, abuso di sostanze tossiche come alcol o droghe e l’eccessivo utilizzo di farmaci.

Rimedi del fischio all’orecchio

Per poter ovviare a tali patologie si possono utilizzare rimedi farmacologici specifici che, vista la ancora non chiara provenienza degli acufeni, non risultano estremamente efficaci oppure utilizzare un metodo denominato Tinnitus Re-training Therapy, riconducibile all’acronimo TRT.

Tale sistema altro non è che una terapia di riabilitazione specifica avente lo scopo di ridurre in maniera considerevole la percezione dei fastidi uditivi e il loro disagio.

La terapia ha come scopo quello di far abituare l’individuo agli acufeni così da poter ridurre la percezione che esso ha del proprio fastidio. Questo risultato si ottiene facendo abituare il sistema uditivo a tali suoni in modo tale da non percepirli più come fastidio ma come semplici segnali esterni.

L’abitudine si sviluppa attraverso una specie di apparecchi acustici specifici, i quali inviano dei suoni detti suoni bianchi, simili agli acufeni facendo abituare il cervello alla loro presenza costante. Tale trattamento avviene per un periodo abbastanza lungo; si parla infatti di utilizzare gli apparecchi da un minimo di dodici ad un massimo di diciotto mesi.

Una serie di esami strumentali e specifici fanno si che si possa effettuare una diagnosi approfondita. Tali esami comprendono: esami audiometrici, valutanti la completa capacità uditiva, acufenometria attraverso cui si misura la frequenza e la durata dei disturbi, tac dell’orecchio sia internamente che esternamente e risonanza magnetica la quale mette in risalto possibili lesioni delle strutture nervose anche quelle che riguardano l’orecchio nello specifico.

Fischio all’orecchio a Sassari per informazioni contattate i professionisti di Audion

Richiedi maggiori informazioni o un preventivo gratuito senza impegno

Chiama ora o compila il modulo per essere ricontattato!

Privacy Policy